Gratuito patrocinio

L’Avv. Nicholas Biagioni è iscritto nelle liste dei difensori abilitati a fornire patrocinio a spese dello Stato nei procedimenti civili (dal 10/01/2011) e nei procedimenti di volontaria giurisdizione (dal 18/02/2013).

Il patrocinio a spese dello Stato può essere richiesto anche per i procedimenti di separazione e divorzio.

Possono essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato coloro i quali godono di un reddito imponibile, ai fini dell’imposta personale sul reddito risultante dall’ultima dichiarazione, non superiore a € 11.493,82 (art. 76 comma 1 d.p.r. n. 115 del 30 maggio 2002 e decreto ministeriale del 16 gennaio 2018).

Se l’interessato convive con il coniuge o con altri famigliari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti, nel medesimo periodo, da ogni componente della famiglia, compreso l’istante.
Ai fini della determinazione dei limiti di reddito, si tiene conto anche dei redditi che per legge sono esenti dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (irpef) o che sono soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta, ovvero ad imposta sostitutiva (art. 76 comma 3 d.p.r. n. 115 del 30 maggio 2002).

Si tiene conto del solo reddito personale quando sono oggetto della causa diritti della personalità, ovvero nei processi in cui gli interessi del richiedente sono in conflitto con quelli degli altri componenti il nucleo famigliare con lui conviventi (art. 76 comma 4 d.p.r. n. 115 del 30 maggio 2002).

Per i redditi prodotti all’estero, il cittadino di Stati non appartenenti all’Unione europea deve corredare l’istanza con una certificazione dell’autorità consolare competente che attesta la veridicità di quanto in essa indicato (art. 79 comma 2 d.p.r. n. 115 del 30 maggio 2002).

Possono essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato lo straniero, purché regolarmente soggiornante sul territorio nazionale al momento del sorgere del rapporto o del fatto oggetto del processo da instaurare, l’apolide, nonché enti o associazioni che non perseguano scopi di lucro e non esercitino attività economica (art. 119 d.p.r. n. 115 del 30 maggio 2002).

Per ulteriori informazioni sul gratuito patrocinio, è possibile contattare l’ufficio.